Whey protein, le proteine migliori per l’anabolismo muscolare

whey protein e anabolismo muscoalre

Se vai in palestra sicuramente avrai sentito nominare le whey protein: sono la fonte di proteine più utilizzata in assoluto a livello di integratori sportivi. Queste proteine si ricavano del siero di latte vaccino che viene lavorato e ripulito di tutte le sostanze extra proteiche quali grassi, carboidrati e lattosio (risultando quindi adatte anche agli intolleranti a questo zucchero).

Nel bodybuilding le whey protein sono utilizzate per un duplice scopo: aumentare la massa muscolare (poichè esse contengono tutto ciò che serve per innescare la sintesi di nuove proteine) e conservare la muscolatura, prevenendo il fenomeno del catabolismo.

Whey protein: perchè (quasi) tutti le usano

Ci sono due motivi per cui le whey sono le proteine più utilizzate al mondo nelle palestre: sono caratterizzate da una elevata biodisponibilità poichè contengono diverse frazioni proteiche e peptidiche; inoltre presentano un alto valore biologico, un indice che fa riferimento alla qualità del corredo di aminoacidi essenziali contenuti.

La qualità delle proteine si calcola considerando la proporzione di aminoacidi e la differenza tra azoto trattenuto e rilasciato, individuando quanto del nutriente plastico viene poi effettivamente utilizzato e quanto invece finisca nell’apparato escretore.

La crescita muscolare avviene quando il bilancio dell’azoto risulta positivo: il corpo quindi deve avere più azoto rispetto quello eliminato e questo principio va osservato in maniera continuata. A tale proposito è opportuno ricordare anche il principio del bilancio calorico positivo, fondamentale quando si cerca di aumentare la propria massa muscolare: assumere più calorie di quelle effettivamente bruciate in base al proprio metabolismo, allo stile di vita, all’attività fisica e all’eventuale assunzione di integratori che intervengono su questi aspetti.

Whey protein: come si differenziano

Le whey che troviamo in commercio non sono tutte uguali e ciò che cambia è il tipo di lavorazione cui sono sottoposte: questo determina non solo un prezzo e un sapore diversi ma anche una efficacia differente.

  1. Le whey concentrate WPC sono le più diffuse per il buon rapporto qualità prezzo, hanno un contenuto proteico pari all’80% circa e contengono la più alta presenza di grassi, glucidi e lattosio.
  2. Le whey isolate WPI hanno tenore proteico fino al 90% e presentano un livello lipidico e di carboidrati variabile a seconda del tipo di lavorazione industriale.
  3. Le whey più pure sono le cosiddette idrolizzate WPH, ricche di frazioni peptidiche e con un valore proteico superiore alle altre: gli aminoacidi non sono denaturati e il sapore di questo integratore risulta più amaro.

Whey protein: le frazioni peptidiche e le modalità di utilizzo

Abbiamo poco fa detto che le whey protein contengono diverse frazioni peptidiche: si tratta delle beta-lattoglobuline (66% del totale nutriente), le alfa-lattoglobuline (24%) che nonostante la percentuale inferiore sono fondamentali per l’ipertrofia grazie agli aminoacidi essenziali che contengono e le siero-albumine (10%) che regolano la pressione osmotica ossia il passaggio di liquido tra le varie membrane dei tessuti.

Esistono altre frazioni attive ma sono presenti in quantità decisamente minori: tra queste ricordiamo le immunoglobuline che sono importanti per la salute del sistema immunitario poichè contengono anticorpi.

Per quanto riguarda i modi di assunzione, le whey protein sono perfette per il post-allenamento. Quando il workout è intenso, il metabolismo ha subito necessità di ricevere nutrimenti per ricostruire la muscolatura danneggiata dallo sforzo ed anche di fonti di energia.

Le whey protein sostengono la ricostruzione dei tessuti apportando tutti gli amminoacidi che vengono rilasciati velocemente evitando la proteolisi e innescando altresì la sintesi proteica. Senza le whey protein un allenamento intenso rischierebbe di produrre solo scarsi risultati.

Per accelerare ulteriormente l’assorbimento di aminoacidi si può assumere insieme alle whey anche una fonte di carboidrati ad elevato indice glicemico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>