Termogenici e dimagrimento: scopri come funzionano

termogenici scopri cosa sono

I termogenici sono supplementi alimentari noti in ambito sportivo per le loro proprietà brucia-grassi: gli ingredienti che li costituiscono infatti agiscono sulla perdita di tessuto adiposo accelerando il metabolismo e aumentando il dispendio di calorie (azione indiretta) e degradano il grasso bruno (azione diretta) che deve il suo nome al colore del tessuto connettivo ricco di ferro.

Nel nostro organismo avvengono diversi processi di termogenesi ma quello più rilevante per un cultore del fisico è sicuramente la termogenesi post prandiale, cioè quella relativa alla digestione degli alimenti, alla loro trasformazione, al loro stoccaggio.

Termogenici: quando sono più efficaci

Se utilizziamo i termogenici con lo scopo di dimagrire dobbiamo ricordare che i loro effetti sono ulteriormente amplificati se osserviamo una alimentazione bilanciata ed una adeguata attività fisica. È inoltre fondamentale ricordare il principio del bilancio calorico, che deve risultare negativo quando si cerca di perdere peso (e positivo quando invece vogliamo accrescere la massa). Per dimagrire quindi è fondamentale che il numero di calorie bruciate sia superiore rispetto a quelle assunte.

Il bilancio calorico si può controllare attraverso la dieta oppure aumentando l’attività fisica: un termogenico inizia a fare la differenza quando ci avviciniamo al pareggio calorico, per poi diventare determinante in un regime di bilancio calorico negativo.

Gli ingredienti termogenici che fanno dimagrire

Un aspetto estremamente interessante da sottolineare è che i nutrienti contenuti nel cibo hanno proprietà termogeniche e questo si ricollega ai processi attraverso cui vengono digerite, rielaborate e immagazzinate. Tra zuccheri, grassi e proteine, sono proprio queste ultime quelle che più incidono nell’incentivare la termogenesi indotta dalla dieta. Osserviamo questo breve schema:

  • zuccheri > fino al 10% di energia convertita
  • grassi > 3.5% di conversione delle calorie
  • proteine > 23/25% di energia trasformata in calore

Ragionando sul prospetto energetico dei vari nutrienti risulta evidente che nell’ottica di un programma di dimagrimento, una dieta più ricca di proteine può sostenere l’attività termogenica.

Analizziamo infine alcuni dei principali ingredienti che troviamo nei termogenici:

caffeina – un principio attivo che stimola il cervello a produrre ormoni come adrenalina, noradrenalina, dopamina, responsabili di un aumento del metabolismo basale e protagonisti di un maggior dispendio calorico;

tirosina – si tratta di un amminoacido che interviene nella scomposizione del glicogeno ed ha anche un effetto lipolitico sui trigliceridi. Inoltre la tirosina concorre alla formazione dell’ormone tiroideo tiroxina, capace di aumentare il metabolismo e migliorare l’ossigenazione a livello muscolare. La tirosina può influire sul funzionamento della tiroide ed è opportuno consultare il proprio medico curante se si stanno assumendo già farmaci o in presenza di patologie. Per quanto riguarda il dosaggio, la letteratura scientifica individua in 0.5/1 grammo al giorno la quantità massima da ingerire per scongiurare effetti collaterali.

yohimbina – questo estratto naturale che si ricava dall’omonimo albero non è attualmente notificato sul mercato italiano. Tuttavia rappresenta uno degli ingredienti in assoluto più efficaci al mondo per il dimagrimento, ed interviene innescando la vasodilatazione e la lipolisi;

carnosina + caffeina + tirosina – per chi volesse sperimentare un termogenico ‘fai da te’, è possibile preparare un ottimo integratore dimagrante utilizzando singole fonti di Acetil carnosina, caffeina in forma anidra e L-tirosina. In caso di sensibilità agli stimolanti è possibile escludere la componente caffeina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>