Taurina nello sport, ecco cosa c’è da sapere!

proteine dell uovo e massa

Gli integratori a base di taurina sfruttano le potenzialità di una molecola ampiamente diffusa in ambito sportivo e nello specifico anche nel culturismo. Essa detiene numerose proprietà tra cui in primo luogo la capacità di regolare il volume delle cellule: attraverso particolari reazioni chimiche, la taurina ha lo stesso comportamento di un osmolita e questo significa che quando viene aggiunta acqua, essa diminuisce la concentrazione molecolare aumentando il volume del liquido e quindi rendendo le molecole più distanti tra loro.

La taurina inoltre migliora il trasferimento degli aminoacidi e dei minerali, del glucosio nelle fibre muscolari rendendo le membrane più stabili e mettendo in atto un’azione di contrasto nei confronti dei radicali liberi. Molti degli effetti che abbiamo citato ci ricordano anche le qualità della creatina. Un altro aspetto molto interessante della taurina riguarda la sua partecipazione alla sintesi dei sali biliari che determinano la consistenza del nostro principale fluido digestivo legandosi alle molecole di alcuni acidi presenti nel tratto deputato all’assimilazione dei macro e micronutrienti.

Taurina per la massa e la concentrazione

Gli sportivi utilizzano taurina per prevenire crampi muscolari e dolori post-workout che alcuni individui paiono sperimentare in maniera più marcata rispetto ad altri. Soprattutto per quanto riguarda i crampi, questa molecola è ritenuta molto efficace nell’ambito di allenamenti che generano la perdita di molta acqua.

Una funzione meno nota della taurina integratore è la sua partecipazione alla sintesi di alcuni trasmettitori che migliorano la nostra capacità antidepressiva e ansiolitica. Questo non significa che la taurina assunta prima dell’allenamento genererà sonnolenza perché non si tratta di un sedativo tuttavia alcune zone della nostra sezione cerebrale saranno influenzate positivamente riuscendo a gestire meglio lo stress anche a livello ormonale, e inducendo altresì una migliore capacità di focus mentale.

Taurina per l’energia e il glicogeno: come usarla al meglio

Gli integratori che contengono taurina vengono prodotti a partire da una molecola presente soprattutto nei tessuti animali da cui ha evidentemente preso il nome. Chimicamente la taurina viene sintetizzata nel fegato a partire dalla cisteina che corrisponde al suo principale precursore. Anche se è presente nella lista degli ingredienti di famose bevande energetiche essa non determina effetti stimolanti o energizzanti così come la scienza ha più volte chiarito attraverso appositi studi: tale effetto è garantito nelle famose bevande dalla presenza di carboidrati e soprattutto di caffeina.

Abbiamo già menzionato il miglioramento dell’assetto energetico esplicato dalla taurina che aiuta a gestire meglio le situazioni stressanti sia dal punto di vista psicologico che fisico. In particolare per quanto riguarda il miglioramento della produzione dell’energia della taurina parliamo di una migliore capacità di utilizzare i nutrienti: questo è il meccanismo principale attraverso cui la taurina agisce nel nostro organismo.

Per utilizzarla al meglio si consigliano 2 g prima dell’allenamento, abitudine che può spostarsi al post-workout se l’obiettivo principale è rendere la risintesi del glicogeno più veloce ed efficiente. Anche chi soffre di insonnia potrà trovare vantaggio dalla somministrazione di taurina che può essere assunta insieme a un paio di kiwi durante l’ultimo pasto della giornata e a 2 g di glicina: questa sinergia aiuterà sicuramente a prendere sonno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>