Sali minerali e vitamine: integratori per lo sportivo

sali minerali e vitamine per sportivo

Sali minerali e vitamine sono due tipologie di supplementi alimentari particolarmente apprezzate e utilizzate: la loro rilevanza è universalmente riconosciuta sia nell’ambito di uno stile di vita normale, sia per quanto riguarda il mondo dello sport.

In quest’ultimo caso è opportuno precisare che per essere davvero utili, sali minerali e vitamine vanno assunti se lo sforzo fisico è di lunga durata (cosa che accade nel bodybuilding, nel triathlon, nella maratona) mentre non serve integrare sali negli sforzi brevi, come una gara di sprint (corsa veloce).

Sali minerali e vitamine: cosa succede durante il workout

Se ci si allena in un ambiente caldo e umido, come una palestra, il corpo perde ancora più minerali e ha bisogno che il loro livello sia ripristinato. Ogni litro di sudore perso corrisponde a 1.5 grammi di sali da reintegrare e capita spesso che un atleta che si allena intensamente riesca a perdere da 1 a 5 litri (3 litri ogni ora secondo alcune ricerche). Un workout di 3 ore quindi porta a perdere 10/15 grammi di sali: se una dieta normale ne fornisce 6/8 grammi, ecco che è opportuno prendere in considerazione una integrazione attraverso un supplemento specifico esterno.

Sali minerali e vitamine: i più importanti

Se vogliamo integrare i sali minerali più importanti, assicuriamoci che nell’etichetta siano riportati cloro, sodio, magnesio, potassio che hanno un ruolo fondamentale nel regolare il passaggio osmotico dei liquidi da e verso le cellule. Il sodio può essere integrato aggiungendo semplicemente un pizzico di sale alla solita borraccia dell’acqua, ma il potassio e il magnesio sono più difficili da gestire.

Se non vengono costantemente introdotti nel nostro organismo si possono verificare crampi, nausee, affaticamento, spossatezza, calo della performance e nei casi più severi anche il collasso. Quindi sali minerali e vitamine non sono importanti solo per lo sportivo ma anche per garantire un benessere generale e il normale funzionamento del nostro organismo.

Sport e multivitaminici

Per quanto riguarda le vitamine nello specifico, anche in questo caso ci troviamo di fronte a sostanze utili sia per la salute sia per la prestazione sportiva. In particolare le vitamine ci sono di aiuto nel migliorare la performance, sostenere la crescita ipertrofica e la lipolisi. La vitamina C e la vitamina E sono due potenti antiossidanti che lavorano contrastando la presenza di radicali liberi, i quali si formano tipicamente nei momenti di stress psicofisico, come ad esempio un allenamento intenso. Grazie a queste vitamine preveniamo gli infortuni, allunghiamo l’emivita dell’ossido nitrico, importante per la vasodilatazione e miglioriamo la produzione del collagene.

Grazie alle vitamine del gruppo B invece miglioriamo il metabolismo di proteine, zuccheri e grassi, la produzione di energia, la capacità di immagazzinare glicogeno, la trasmissione intra-neurale (che velocizza i riflessi e la reattività anche fisica). Probabilmente la vitamina preferita dai bodybuilder è la vitamina A, nota anche come retinolo o vitamina della crescita, dato che migliora l’assorbimento delle proteine. Essa infatti consente di sfruttare tutto il potenziale plastico di questo nutriente e anche recenti ricerche scientifiche hanno evidenziato i benefici nell’integrazione di retinolo, il cui fabbisogno aumenta in proporzione all’intensità dell’allenamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>