Proteine palestra: aumenta la tua massa magra con gli integratori giusti

proteine palestra per massa magra

Proteine palestra, le due parole chiave per mantenere e accrescere la tua massa muscolare: sappiamo che gli integratori proteici sono i più diffusi nelle palestre, in qualsiasi disciplina. Questo perchè tali supplementi riescono a fornire tutto il materiale plastico necessario per ricostruire i tessuti, riparando le micro lesioni che occorrono durante il pesante workout.

In questo modo quindi non solo ricostruiamo la fibra muscolare ma induciamo il nostro corpo ad adattarsi agli sforzi, compensando con un muscolo sempre più grande, con una maggiore forza e resistenza, attraverso quel processo noto con il nome di ipertrofia.

Le proteine palestra più conosciute sono probabilmente le whey protein (questo il nome delle più utilizzate), che si ricavano dal siero di latte vaccino. Il loro valore biologico è il più elevato rispetto alle varie fonti proteiche sul mercato e il loro corredo di aminoacidi è del tutto analogo a quello della fibra muscolare umana. Doveroso è comunque precisare che esistono altre fonti valide, oltre a quelle delle uova e della carne: anche le proteine vegetali infatti, negli opportuni mix, non hanno niente da invidiare alle classiche whey (proteine del riso, della canapa, della soia e così via).

Proteine palestra: quando conviene acquistarle

Il workout e la dieta sono fondamentali per aumentare la massa muscolare e abbattere le riserve adipose consentendo ai muscoli di emergere e aumentare di volume: grazie agli integratori proteici abbiamo però a disposizione tutto quel che serve per attivare la sintesi proteica grazie alla presenza degli aminoacidi.

L’alimentazione, in linea teorica, dovrebbe consentire di coprire tutto il nostro fabbisogno di proteine tuttavia bisogna considerare che le necessità di uno sportivo che si allena con grande intensità sono decisamente sopra la norma. Un bodybuilder ad esempio ha bisogno di mangiare più o meno ogni 3 ore ed effettuare 5/6 pasti sostanziosi al giorno per garantire un bilancio positivo di calorie. Quindi, a meno che non si disponga di un cuoco personale o tanto tempo libero da trascorrere in cucina, valutare un buon integratore proteico diventa più che una opportunità!

Proteine palestra: più praticità e meno sostanze indesiderate

La praticità nel dosaggio e nella preparazione non costituiscono l’unico motivo per prendere in considerazione un supplemento di proteine palestra: pensiamo ad esempio al cibo normalmente presente a tavola. Carne, pesce, derivati animali in generale contengono sì proteine e aminoacidi ad elevato valore biologico, tuttavia tali cibi contengono anche sostanze decisamente non desiderate. Apparte il discorso sui conservanti e gli allevamenti intensivi e la somministrazione di farmaci agli animali stessi, ipotizzando di avere a disposizione cibo sano, cresciuto naturalmente e biologico, si tenga presente che se ci si dovesse nutrire solo di animali tutto il giorno, introdurremmo oltre alle proteine anche tanti grassi saturi e colesterolo. Rischieremmo quindi di accumulare grasso e sviluppare sia sul breve che sul lungo periodo fastidi fisici e vere e proprie patologie.

Proteine palestra: digestione e modalità di assunzione

Le proteine palestra quindi ci consentono di mangiare più frutta e verdura fresche e introdurre il materiale proteico in maniera pratica, comoda, evitando gli effetti collaterali dell’abbondanza di un nutrimento su base prevalentemente carnivora. Inoltre le tempistiche digestive vanno a diretto vantaggio dello sportivo: un etto di carne rossa (che apporta circa 20/25 grammi di proteine) assunta dopo il workout non viene assimilata immediatamente e non fornisce subito le proteine necessarie. Ad essa invece possiamo sostituire un integratore proteico (1.5/2 grammi per ogni chilogrammo di peso corporeo), con molta più resa e immediata disponibilità dei nutrienti.

Per quanto riguarda le modalità di utilizzo, le proteine palestra si possono assumere quando ci alziamo al mattino e dopo l’allenamento (preferendo proteine a veloce rilascio) per ripristinare le scorte utilizzate durante la notte e durante il workout, ma anche prima di coricarsi la notte (preferendo in questo caso proteine a lento rilascio) per garantire una presenza adeguata e continua di materiale proteico al fine di evitare il catabolismo muscolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>