Perchè durante la corsa si manifesta un dolore al fianco

correre a stomaco vuoto

Molti sportivi che si dedicano alla corsa possono sperimentare un dolore al fianco alla milza oppure al fegato ma questo dolore può verificarsi anche durante lo svolgimento di altri sport, dal nuoto al ciclismo dall’aerobica al basket dal calcio all’equitazione… Si tratta di una situazione che si può generare soprattutto quando non ci si allena da tempo o si è principianti.

Il dolore al fianco destro o sinistro può essere determinato da diverse cause ed in questo approfondimento cercheremo di individuare quelle più comuni nonché di suggerire come prevenire tale fastidio.

Dolore al fianco durante gli sport ad alto impatto: perchè si verifica e come prevenirlo

Queste fitte transitorie legate all’esercizio fisico sono nella maggior parte dei casi dovute a sollecitazioni sul diaframma che determinano delle tensioni sui legamenti che a loro volta possono produrre spasmi o crampi ai muscoli. Di solito i dolori al fianco destro o sinistro si manifestano all’altezza dell’ombelico.

Quando inspiriamo ossia introduciamo aria nei polmoni, il diaframma si muove verso il basso e si contrae, mentre quando inspiriamo il diaframma si alza, rilassandosi.

Durante la corsa il movimento sussultorio determina degli scompensi sul corpo, sulle ossa sugli organi e i corridori più esperti imparano a sincronizzare la respirazione in maniera da ispirare ogni volta che un piede tocca il terreno, con un ritmo di respiri corti e non profondi.

Quando il piede tocca il suolo gli organi vengono spinti verso il basso e nello stesso tempo il diaframma sale. Queste tensioni sugli organi a contatto col diaframma, come la milza e come il carico sui legamenti tra il diaframma e gli organi possono causare indolenzimenti e fitte per via della pressione costante e ripetuta.

Man mano che l’allenamento prosegue il diaframma riceve sempre quantità minori di ossigeno, soprattutto quando non ci si è allenati da tempo e tale carenza a sua volta accelera la comparsa dei crampi.

Come prevenire quindi il dolore al fianco durante l’attività fisica?

Il primo suggerimento è allenare gli addominali perché rinforzare i muscoli dell’addome consente di mantenere una postura corretta e contenere la pressione sugli organi interni e sulle articolazioni nonché sui legamenti legati al diaframma.

Il secondo consiglio è quello di evitare respiri poco profondi e rapidi, cercando invece di respirare in maniera intensa e a ritmo costante soprattutto nelle attività aerobiche e nella corsa – ma questo vale anche per le attività di impatto come tennis, danza, calcio e football americano…

A seconda del lato in cui si avverte il dolore si può regolare la respirazione. Se si respira con il piede destro a terra bisogna ricordarsi che si crea più tensione sui legamenti tra fegato e diaframma e quindi percependo dolore sul lato destro possiamo provare ad ispirare quando il piede sinistro tocca terra. Viceversa se il fianco sinistro è dolente durante la corsa si può trattare della milza e quindi si può inspirare quando si tocca il suolo col piede destro per diminuire la pressione sul lato sinistro del corpo. In entrambi i casi bisogna respirare in maniera regolare e nel modo più naturale possibile senza forzare la respirazione.

Anche il riscaldamento può aiutare a prevenire il dolore al fianco così come uno stretching alle braccia da attuare non appena si sente il dolore, respirando profondamente e massaggiando la zona dolente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>