Nutrizione bodybuilding: il ruolo del resveratrolo

integratori memoria

Nutrizione bodybuilding, tra le più recenti novità si sta affermando il ruolo del resveratrolo e degli integratori che lo contengono, grazie alle nuove ricerche scientifiche che hanno contribuito a caratterizzare la correlazione tra l’attività fisica intensa e la presenza dei radicali liberi.

Molti autori infatti hanno evidenziato le conseguenze adattative dell’allenamento su specifici meccanismi metabolici, dimostrando che sforzi prolungati ed intensi incrementano la produzione di radicali liberi dell’ossigeno, con la conseguenza di poter danneggiare in via cronica e acuta diversi tessuti.
Chi va in palestra con regolarità sa bene quanto sia importante conservare tendini e muscoli in ottima salute ed evitare lesioni, stress e infiammazioni che possono limitare o bloccare il proprio programma di allenamento e rallentare il raggiungimento dei propri traguardi.

Nutrizione bodybuilding: allenamento intenso e radicali liberi

Se è vero che l’esercizio fisico è alla base di uno stile di vita sano ed è a sua volta uno strumento preventivo dell’invecchiamento precoce, non bisogna anche dimenticare i potenziali rischi quando esso diventa particolarmente intenso. Questo porta a concludere che dal punto di vista nutrizionale è opportuno valutare l’aumentato fabbisogno di vitamine e sostanze nutraceutiche note come polifenoli, con spiccate proprietà antiossidanti. Tra queste emerge il resveratrolo.

Nutrizione bodybuilding: il resveratrolo come potente antiossidante

Questa molecola è altamente liposolubile e antiossidante e appartiene alla famiglia di polifenoli nota come stilbeni. Il resveratrolo è notoriamente presente nel vino rosso da tavola ed è stata ampiamente studiato, soprattutto in origine, per le sue caratteristiche cardioprotettive. A partire dagli anni 90 fino ad oggi gli studi su questa sostanza si sono letteralmente moltiplicati e attualmente la scienza è in grado di affermare che:

  • il resveratrolo detiene proprietà antiossidanti dirette, agendo sui radicali liberi dell’ossigeno e sulle lipoproteine ossidate
  • detiene anche proprietà antiossidanti indirette, regolando l’attività di enzimi e vitamine importanti per tutti i processi antiaging
  • svolge un’attività di modulazione degli ormoni
  • svolge inoltre un ruolo antinfiammatorio controllando l’attività delle citochine e dei mediatori della flogosi cellulare (l’insieme delle reazioni che determina l’infiammazione).

Tutte queste attività si traducono in una efficace azione preventiva verso patologie che possono colpire il cuore, il sistema cardiovascolare, le vie metaboliche, le cellule nervose e quelle che possono innescare processi degenerativi.

Nutrizione bodybuilding: resveratrolo e sport

Questo integratore si è affacciato con successo dal mondo clinico a quello sportivo soprattutto negli ultimi anni, sfruttando la sua attività antinfiammatoria muscolare e migliorativa nei confronti della vascolarizzazione. Inoltre una integrazione di tale molecola consente di ridurre la concentrazione degli agenti ossidanti che possono causare lesioni cellulari nei muscoli, nonché di ottimizzare il flusso energetico diretto verso la muscolatura sotto sforzo.

Grazie al resveratrolo, la nutrizione bodybuilding ha un ottimo strumento capace di migliorare sensibilmente la performance e ostacolare il senso di fatica, allungando i tempi di allenamento. Nonostante non ci siano ancora studi clinicamente rilevanti, l’uso di questo integratore e di altri antiossidanti viene consigliato soprattutto nella fase preworkout: in questo modo il resveratrolo può contribuire anche a ridurre il rischio di infortunio e di sovrallenamento.

Per quanto riguarda il dosaggio è opportuno osservare le indicazioni presenti sulle etichette dei prodotti, che solitamente contengono una miscela di ingredienti. L’efficacia antiossidante aumenta se vengono assunte altre molecole sinergiche con i medesimi effetti mentre se ne sconsiglia l’assunzione durante gli stati di gravidanza e allattamento, data l’assenza di studi al riguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>