Integratori naturali per le articolazioni

Esiste una categoria di specifici integratori sul mercato formulati per la salute delle articolazioni e validi come aiuto preventivo o come trattamento sinergico rispetto alla classica terapia. Tanti sportivi hanno avuto a che fare nella loro carriera e durante i loro allenamenti con esperienze legate a problemi articolari, soprattutto riguardanti la cartilagine.

Il tessuto della cartilagine è costituito da materiale connettivo con funzioni di sostegno, caratterizzato da una matrice cellulare estremamente compatte consistente formata da cellule note come condroplasti e condrociti. Questi tessuti non presentano vasi sanguigni, linfociti nè fibre nervose e quindi non hanno una intrinseca capacità di rigenerarsi.

Integratori naturali per la cartilagine e le articolazioni

Esistono tre tipologie di cartilagine:

  • cartilagine ialina rappresenta quella più idratata costituita di acqua per il 65%, per il 15% di collagene di tipo due, per il 15% da proteoglicani e il restante 5% da cellule condrociti; si trova in molte articolazioni come ad esempio quelle intercostali e è presente nelle ossa dello scheletro delle vie respiratorie e nelle cosiddette lamine di accrescimento delle ossa lunghe
  • cartilagine elastica deve la sua caratteristica alla presenza di abbondanti fibre elastiche, è ubicata specifici come quello del padiglione auricolare, nella faringe, nell’epiglottide
  • cartilagine fibrosa a caratteristiche intermedie rispetto le prime due che abbiamo descritto costituisce i dischi intervertebrali, i menischi ed altri tessuti. La cartilagine è ubicata all’estremità delle ossa per adempiere a due ruoli fondamentali, rendere i movimenti liberi dall’attrito e distribuire il peso lungo la superficie superiore per assorbire meglio pesi potenziali traumi senza generare danni.

Normalmente la cartilagine viene continuamente rimpiazzata da quella sintetizzata dai condrociti ma sono contemporaneamente presenti anche enzimi che la degradano. Questo significa che quando tale equilibrio di produzione e disgregazione viene alterato, i meccanismi demolizione possono risultare più veloci rispetto a quelli di sostituzione. Questa errata compensazione può essere frutto di patologie come l’osteoartrite, oppure usura, carichi eccessivi, menopausa e così via.

I prodotti più adatti per la salute articolare

La glucosamina e tra i migliori alleati nel panorama dell’integrazione per le articolazioni ed spesso utilizzati in concomitanza ad altri integratori per trattare i problemi osteo-articolari. È importante confrontare i prodotti e le concentrazioni per essere sicuri di individuare un prodotto efficace. Chi è allergico crostacei deve fare particolare attenzione alla provenienza della molecola che normalmente viene estratta dai gusci di questi animali. Il valore del dosaggio viene compreso tra i 300 500 mg tre volte al giorno, ancora meglio se in associazione alla condroitina. In questo caso la miscela ideale viene stimata sui 750 mg per la glucosamina e 600 di condroitina in tre somministrazioni giornaliere.

La condroitina va a costituire proteoglicani che fanno parte dei tessuti che abbiamo descritto conferendo nella capacità di trattenere acqua. Il nostro organismo assorbe piuttosto bene questa molecola anche se i meccanismi risultano piuttosto lenti. Viene utilizzata per migliorare la salute della cartilagine, promuovere l’artrosi e nutrire le articolazioni, tuttavia sulla misura della sua efficacia può variare da individuo a individuo.

L’acido ialuronico è un’altra molecola molto nota sia per quanto riguarda i problemi articolari sia nell’ambito della chirurgia estetica, ingegneria dei tessuti e oculistica. Questo substrato è naturalmente presente nel nostro corpo e può essere estratto da animali o batteri in laboratorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>