HMB integratore: sai a cosa serve?

HMB-integratore come si usa

HMB integratore è un prodotto di cui forse non hai ancora sentito parlare ma può avere delle potenzialità particolarmente interessanti. Diciamo subito che si tratta di una sigla che corrisponde alla molecola di idrossimetilbutirrato e che è strettamente correlata all’attività degli aminoacidi.

Come sappiamo, gli aminoacidi ramificati formano circa il 30% dell’intero contenuto proteico dei muscoli e tra questi, la leucina risulta la molecola più studiata per i suoi molteplici effetti metabolici:

  • incide sul metabolismo proteico e la regolazione della sintesi
  • migliora l’omeostasi dei glucidi
  • controlla l’insulina
  • sostiene il recupero dopo l’allenamento

La leucina infatti espleta un ruolo anti catabolico e recentemente è stato approfondito il suo meccanismo d’azione: questo aminoacido infatti viene metabolizzato prima nei mitocondri e poi nel citosol cellulare, dove diventa HMB.

Circa il 5% della leucina viene trasformata in IdrossiMetilButirrato e quindi per ottenerne 3 g sarebbero in teoria necessari 60 g di leucina.

HMB integratore: le applicazioni

Per conoscere le applicazioni di questo prodotto in ambito sportivo è importante capire come esso intervenga sui meccanismi biologici. Alcuni studi sono ancora in corso, ma già sono confermate alcune proprietà ben precise, espletate da tale molecola:

  • stabilizza l’involucro lipidico del muscolo che ne determina la struttura
  • garantisce la sintesi del colesterolo utile al recupero muscolare
  • controlla la degradazione delle fibre inibendo un enzima coinvolto nella proteolisi
  • potenzia la sintesi di nuove proteine

Risulta quindi evidente che l’utilizzo di questo integratore riesce a regolare i processi di sintesi e degradazione delle proteine, esercitando un ruolo di modulatore estremamente potente. Questa considerazione ci fa comprendere l’utilità in ambito sportivo dell’HMB.

HMB integratore: non solo sport

Un aspetto interessante del prodotto che stiamo descrivendo, è il suo ruolo in ambito non solo sportivo ma anche clinico. Per quanto riguarda gli atleti, l’HMB è apprezzato poichè consente di:

  • migliorare la composizione corporea favorendo la massa magra rispetto alla grasso
  • aumentare la forza massima, specie in associazione con la vitamina D
  • migliorare la soglia aerobica riducendo la formazione di acido lattico e prolungando la prestazione fisica
  • ritardare la fatica
  • limitare l’insorgenza dei dolori muscolari post workout (DOMS)

Dal punto di vista più strettamente clinico, questa molecola viene utilizzata per le sue proprietà antiaging e per migliorare patologie quali la sarcopenia (ossia il catabolismo muscolare cronico e il deperimento tipico di alcuni stati morbosi dell’età avanzata e dell’osteoporosi) e l’inappetenza.

HMB integratore: come si usa

La letteratura scientifica sportiva consiglia di assumere tra i 3 e i 6 g ogni giorno ma già al dosaggio minimo il prodotto risulta efficace sia sulla performance sia sulla composizione corporea. Dosaggi maggiori non corrispondono a migliori risultati. La posologia ideale è a stomaco vuoto in combinazione a zuccheri semplici per migliorare l’assorbimento, il trasporto e lo stoccaggio muscolare.

Questo genere di integratore non presenta effetti collaterali degni di nota, ma alcuni soggetti avrebbero manifestato problematiche gastrointestinali. Nonostante la buona tollerabilità, è sconsigliato in caso di pazienti con patologie a carico di reni, cuore e fegato e in stato di allattamento e gravidanza per mancanza di un buon numero di studi clinici che possono dimostrare la totale sicurezza dell’assunzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>