Glutammina integratorie e OKG per la massa

La glutammina è uno dei supplementi alimentari più interessanti nell’attuale panorama dell’integrazione alimentare per via delle sue grandi potenzialità. È considerato un aminoacido essenziale tuttavia la realtà è che spesso la sua integrazione viene a dir poco trascurata con la convinzione di poterne autoprodurre abbastanza per il proprio fabbisogno.

Questa argomentazione può essere realistica per i sedentari tuttavia non può valere altrettanto per un atleta: le molecole di glutammina infatti rappresentano da sole oltre il 60% degli aminoacidi della muscolatura nonché la struttura aminoacidica dominante nel sangue e nel liquido spinale – cerebrale.
Quest’ampia presenza è resa possibile dal fatto che la glutammina risulta l’unico aminoacido che può attraversare le membrane delle cellule del cervello e del midollo prima di essere trasformate in acido glutammico, una sorta di carburante per la lucidità della nostra mente, la capacità di concentrazione e di elaborazione del pensiero.

Tutti i benefici di un supplemento di glutammina

La glutammina svolge il compito di disintossicare il nostro corpo dall’ammonio che quando è presente in maniera eccessiva genera uno stato di stanchezza e assopimento costanti. Inoltre questo integratore aiuta il cervello nella lavorazione degli zuccheri e nella generazione di un maggiore senso di sazietà, un aspetto estremamente rilevante nel caso si stia seguendo una dieta. Altresì se si pratica un’attività fisica intensa il fabbisogno di glutammina è ancora maggiore, perché lo stress aumenta i livelli di cortisolo che se inizialmente può anche incentivare la presenza di glutammina poi ne determina un maggior depauperamento.

La pratica sportiva inoltre fa lavorare di più i reni ai fini della conservazione dell’omeostasi e la produzione di glutammina infatti aumenta sensibilmente così come hanno registrato numerose indagini scientifiche nell’ambito delle quali gli atleti vedevano diminuire la concentrazione di glutammina in concomitanza ad un calo della performance. Inoltre la guarigione da una condizione di over training si verificava proprio quando la glutammina tornava ai suoi livelli ottimali: ecco perché può essere considerata un ottimo indicatore ematico dello stress generato dall’attività fisica.

Scienziati e nutrizionisti consigliano un supplemento di glutammina sia durante che dopo lo sforzo fisico per frenare il catabolismo delle fibre e migliorare anche i processi di creazione di nuove proteine, tenendo controllati gli sbalzi glicemici indotti dall’insulina. Per quanto riguarda il dosaggio si consigliano 5 grammi durante lo sport e altri 5 al termine della sessione di allenamento in maniera da incentivare la sintesi proteica, possibilmente in sinergia con una dose di creatina.

Integratore OKG, anticatabolico sinergico

Per quanto riguarda invece l’integratore di OKG parliamo di un composto importante e funzionale rispetto alla glutammina configurandosi come una sorta di sua riserva e di molecola carrier. Un supplemento di OKG esplica una funzione anticatabolica, rinforza le contrazioni muscolari e migliora la risposta fisica allo stress, non solo per gli sportivi ma anche per chi avesse subito un intervento chirurgico, accelerando il ripristino delle normali funzionalità biologiche.

Tali molecole di OKG migliorano la sintesi del glucosio, l’utilizzo degli aminoacidi ramificati e della vitamina B6 e sono consigliati in ambito sportivo per prevenire l’impoverimento delle fibre muscolari e tenere sotto controllo lo stress promuovendo nel complesso sia un’attività lipolitica che anabolica. Un supplemento di OKG può essere utilizzato in una dose da 2 g preferibilmente a digiuno in due somministrazioni da collocare una nel pre-workout e l’altra prima di coricarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>