Flora batterica per un fisico più sano e robusto

Recenti pubblicazioni scientifiche hanno affrontato l’argomento del microbiota intestinale ossia dell’insieme di batteri che costituisce la flora che colonizza il nostro corpo. I batteri possono essere considerati un vero e proprio organo perché contano circa 100 triliardi di unità, una cifra 10 volte superiore a quella delle cellule, che se uniti insieme e pesati arriverebbero a circa un chilo e mezzo di massa.

I batteri della flora intestinale

  • esplicano un’attività fondamentale per la vita ed in particolare i batteri buoni ossia i probiotici impediscono che batteri patogeni proliferino e generino tossine;
  • aiutano inoltre la digestione delle fibre presenti nel cibo liberando acidi grassi a catena corta utili per finalità energetiche, partecipano alla sintesi di vitamine come la B12, l’acido folico, la vitamina K e
  • possono modulare sistema immunitario e le attività nervose.

Flora batterica intestinale: tutte le funzioni

I batteri presenti nell’intestino possono influenzare l’umore e il comportamento alterando le trasmissioni neurali e modificando i recettori del gusto generando delle molecole che possono indurci una sensazione di malessere o benessere. D’altra parte questo non deve stupirci: il 90% della serotonina, l’ormone del benessere e del senso di rilassamento, viene prodotto proprio dalle cellule intestinali.

Ma tali batteri sono importanti anche per tenere sotto controllo il peso corporeo quindi per chi si trova in un processo dimagrante: nonostante una dieta ricca di grassi, una flora intestinale sana aiuta a tenere sotto controllo la composizione corporea e quindi più siamo lontani dagli zuccheri e più è facile farne a meno dato che la loro assunzione sviluppa una flora batterica che induce il cervello ad assumerne sempre di più.

Sei sportivo? Rinforza la tua flora batterica!

Per quanto riguarda la flora batterica in ambito sportivo sappiamo che durante gli allenamenti intensi viene consumata una grande quantità di glucosio e glutammina – che sono nutrienti anche per il sistema immunitario – e contemporaneamente si generano radicali liberi che inducono uno stato di infiammazione: il sistema immunitario si deprime ulteriormente diventando maggiormente predisposto a malattie infettive.

Dato che il 70% del nostro apparato immunitario parte proprio dalla zona intestinale uno dei modi per abbattere l’incidenza di infezioni che vanno scapito della prestazione atletica è proprio rinforzare la flora batterica rendendola più robusta e influenzando positivamente il sistema immunitario. D’altra parte gli atleti hanno interesse ad evitare l’assunzione di antibiotici perché altrimenti il corpo diventerebbe ancora più sensibile ad eventuali ricadute.

Come rinforzare la flora batterica dell’intestino

Per migliorare la flora intestinale possiamo prediligere a livello alimentare i grassi polinsaturi provenienti ad esempio dal pesce dei mari freddi, dai semi di lino, dall’avocado, dall’olio EVO e dalla frutta secca come le mandorle. I nutrienti preferiti per il nutrimento dei batteri buoni sono però proprio le fibre che provengono ad esempio dei cereali integrali, dai tuberi e dai funghi, dagli ortaggi, dalla frutta fresca e secca, dalla verdura, dei semi e dai legumi.

È opportuno altresì limitare la carne rossa e i latticini che alterano in senso peggiorativo la flora batterica così come gli alimenti industriali e troppo raffinati. È bene inoltre integrare nelle proprie abitudini alimentari prodotti fermentati come yogurt, crauti, Kefir, miso o assumere un integratore a base di probiotici con un dosaggio che superi i 5 miliardi di unità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>