Dimagrire velocemente: ecco alcuni consigli realmente efficaci

dimagrire velocemente in salute

Dimagrire velocemente è realmente possibile ma le tempistiche vanno calcolate adeguatamente, in maniera da non mettere a repentaglio la propria salute. Perdere più di 1 Kg a settimana può essere un obiettivo più difficile da sopportare per il nostro fisico, mentre 4/5 kg in 5 settimane è decisamente la misura più auspicabile per un dimagrimento sano e semplice da seguire.

I consigli forniti in questo articolo partono dal presupposto che il soggetto si trovi in buono stato di salute, non abbia patologie e non assuma medicinali. Ci sono dei casi tuttavia dove un dimagrimento più drastico può essere al contrario una salvezza: basti pensare a chi soffre di obesità e si trova a rischio cardiovascolare o renale, con problemi di respirazione eccetera. La definizione ottimale della dieta varia da individuo a individuo e può essere ponderata solo dal proprio specialista.

Cosa può accadere se dimagriamo troppo velocemente (diciamo più di 4 Kg in un mese, per intenderci)

  • stress a livello mentale che causa poi il recupero del peso una volta che la dieta si conclude, vanificando gli sforzi
  • stress a livello muscolare che mette in discussione la performance fisica, l’efficienza e la prontezza mentale
  • rischio maggiore di intossicarsi e di sovraccaricare di lavoro reni e fegato
  • difficoltà ad assumere nella giusta proporzione i vari nutrienti
  • alterazioni ormonali
  • rischio di perdere più liquidi che grasso (disidratazione anzichè lipolisi)
  • sacrifici e disagi tipici di una dieta restrittiva che può essere seguita solo per un breve periodo di tempo

Dimagrire velocemente: la ripartizione dei nutrienti

Bisogna ricordarsi che anche in un regime di dieta i nutrienti devono essere equilibrati, quindi è consigliabile evitare le diete iperproteiche, le chetogeniche, le low carb. Anche chi assume troppi pochi grassi rischia di danneggiarsi la salute perchè diminuisce la assimilazione degli acidi grassi essenziali e quindi il metabolismo delle vitamine liposolubili. D’altra parte, se è vero che il glucosio è l’unico carburante con cui funziona il nostro cervello è altrettanto vero che troppi zuccheri stimolano eccessivamente l’insulina, che è un ormone responsabile dell’accumulo adiposo.

Se vogliamo dimagrire velocemente si possono tenere in considerazione i seguenti punti per calibrare porzioni e pasti:

  • Proteine: da 0.8 a 1.5 grammi per ogni chilo di peso corporeo
  • Grassi: 25/30% di lipidi di origine preferibilmente vegetale
  • Zuccheri: la quota restante in carboidrati
  • Fibre: almeno 30 grammi di fibre al giorno
  • Bilancio calorico negativo: assumere il 70% delle calorie rispetto al fabbisogno
  • Praticare una regolare attività fisica per mantenere attivo il metabolismo e tonificare i muscoli

Dimagrire velocemente: le scelte alimentari più appropriate

Schematizziamo alcuni consigli alimentari che risultano di aiuto per sostenere una sana e rapida perdita di peso:

  • eliminare i cibi con zuccheri aggiunti
  • eliminare il cibo spazzatura e le fritture
  • limitare/eliminare gli alcolici (max 1 unità al giorno)
  • limitare i condimenti grassi (non oltre 10 grammi durante i tre pasti principali)
  • preferire i cereali integrali (le zuppe saziano di più rispetto alla pasta asciutta)
  • misurare il consumo di pasta e pane
  • mangiare frutta e verdura fresca per avere la giusta dose di vitamine, fibre, sali minerali che migliorano anche la digestione degli altri cibi
  • valutare l’opportunità di utilizzare un integratore alimentare
  • per chi consuma derivati animali: evitare latticini e preferire pesce azzurro pescato e carni magre bianche biologiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>