Cosa integrare prima di allenarsi: supplementi pre-workout per massimizzare i risultati

Quale integratore pre workout è migliore

Cosa integrare prima di allenarsi? In tanti si pongono questa domanda poiché su tante riviste specializzate e on-line si ottengono informazioni talvolta discordanti. Quello che bisogna comprendere è che i supplementi pre-workout devono essere rivolti a migliorare la prestazione fisica in termini di energia, incentivo alla forza fisica, alla concentrazione e al pump. Solo in questo modo si riesce a far la differenza tra un allenamento che funziona davvero e una mera perdita di tempo.

Nella maggior parte dei casi gli ingredienti principali di queste formule sono rappresentati da ornitina e arginina che massimizzano il pompaggio muscolare. La caffeina invece sostiene la concentrazione e l’aggressività mentre la creatina migliora la sintesi energetica. La beta alanina è invece un aminoacido con proprietà ergogeniche che viene sempre più spesso inserito in queste miscele dedicate al pre-allenamento. Grazie a questi integratori si evitano spossatezza, sonnolenza, scarsa energia, tutti fenomeni che inficerebbero la qualità del workout.

Cosa integrare prima di allenarsi: i 4 obiettivi

Possiamo descrivere quattro obiettivi per l’assunzione dei supplementi dedicati al pre allenamento: incentivare la produzione energetica, migliorare l’intensità della prestazione fisica, sostenere le facoltà mentali e la concentrazione ed infine migliorare i guadagni di massa attraverso una maggiore vasodilatazione.

L’arginina è un aminoacido coinvolto nella sintesi della creatina e nella conversione dell’ossido nitrico. Si tratta quindi di una molecola con proprietà vaso dilatanti che provoca una transitoria ma intensa sensazione di turgore per via della maggior irrorazione sanguigna nonché un miglior apporto nutrizionale alla muscolatura. Questo si traduce in una maggiore forza fisica e in migliori risultati di massa (non ci riferiamo solo a quelli temporanei ma anche ovviamente ai guadagni duraturi).

La caffeina, specialmente nella sua forma anidra, esplica i massimi effetti psicoattivi e sostiene la prestazione dal punto di vista neuronale incentivando la secrezione delle catecolamine (cioè degli ormoni quali ad esempio l’adrenalina e la noradrenalina). Tali composti stimolano un aumento del flusso di sangue verso i muscoli e aumentano il metabolismo basale.

Carnosina, creatina, alanina: cosa integrare prima di allenarsi

Quelli che abbiamo citato sono gli ingredienti più utilizzati per via della loro efficacia e anche per la loro convenienza in termini economici. Descriviamo ora altri elementi con una azione differente nell’ambito della produzione energetica e nella prevenzione del cedimento muscolare.

Quando si nomina la beta alanina per sostenere la prestazione fisica in realtà ci si riferisce alle proprietà della carnosina, una molecola prodotta a partire dalla stessa alanina e dall’istidina. Questo dipeptide ha il ruolo di regolare il pH dei tessuti muscolari, dato che quando ci si allena con intensità viene prodotto più acido lattico. Questa sostanza contiene gli ioni idrogeno che provocano una maggiore difficoltà ad effettuare contrazioni nei tessuti.

Grazie ad una integrazione di beta alanina e quindi ad una maggiore presenza di carnosina, si tamponano i livelli di acidità determinando una capacità di prolungare l’allenamento e reclutare più fibre muscolari, a tutto vantaggio degli obiettivi di massa.

Per quanto riguarda infine i supplementi a base di creatina, il loro ruolo è quello di sostenere la sintesi energetica, consentendo una ri-conversione dell’ADP in ATP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>