Ciclo di spinta anabolica: quali prodotti utilizzare

Integratori migliori per massa: come agiscono

Ciclo di spinta anabolica significa indurre spontaneamente il corpo a produrre ormoni anabolici destinati ad aumentare la massa muscolare e la forza, utilizzando appositi stimoli nutrizionali.

Anche se alcuni soggetti si rifugiano nell’utilizzo di farmaci (peraltro pericolosi per la salute e proibiti) quello che interesserà sapere è che solo un sistema endocrino capace di funzionare normalmente e naturalmente può dare risultati importanti e soprattutto duraturi, senza mettere a repentaglio il proprio benessere. Dopo questa breve premessa, andiamo ad approfondire alcuni prodotti che possono sostenere il ciclo di spinta anabolica naturale.

Ciclo di spinta anabolica: semi di lino e integratori

L’olio ricavato dei semi di lino è una fonte particolarmente ricca di acido alfa linoleico, che migliora l’utilizzo dei trigliceridi spostandoli dal grasso verso i tessuti muscolari. Questo olio inoltre contiene fibra solubile che rallenta l’assorbimento di carboidrati e viene utilizzato soprattutto nella fase ipercalorica.

Un integratore di vitamine e minerali si può utilizzare nella fase ipocalorica per assicurare la presenza di micronutrienti necessari per le reazioni chimiche quotidiane. La vitamina C però può essere tranquillamente integrata anche durante la fase ipercalorica, dato che è un ottimo antiossidante capace di sostenere anche la sintesi del collagene e funzionare similmente ad un fattore di crescita nella formazione dei nuovi tessuti connettivi.

Ciclo di spinta anabolica: proteine

Esistono differenti fonti proteiche, animali e vegetali. Le più diffuse a livello di utilizzo sono le proteine del siero di latte che vengono assorbite molto velocemente ed hanno un elevato valore biologico. Utilizzando questo integratore durante la fase ipercalorica si contrasta al meglio il fenomeno del catabolismo muscolare determinato dagli allenamenti più intensi. Si possono utilizzare anche al mattino prima di colazione, sia nella fase ipercalorica che in quella ipocalorica.

Le caseine sono proteine derivate da latte che si caratterizzano per un assorbimento molto più lento e risultano ideali da assumere in concomitanza all’inizio di una fase di digiuno, come quella che precede le ore di riposo notturno.

Ciclo di spinta anabolica: creatina, glutammina, HMB

Lo scopo della creatina è quella di ristabilire le riserve energetiche e sostenere quindi il recupero, e allo stesso tempo volumizzare le cellule muscolari determinando direttamente l’anabolismo. Essendo questa volumizzazione reversibile, la creatina andrebbe assunta continuamente alternando fasi di carico e mantenimento.
Per utilizzarla sia nelle fasi ipercalorica che ipocaloriche, si deve avere l’accortezza di far coincidere le fasi di carico con quelle di iper alimentazione, in maniera da sfruttare la maggiore disponibilità di carboidrati. La scienza infatti ha dimostrato che la creatina viene trasportata più efficacemente quando è assunta insieme a zuccheri semplici.

La glutammina non è un integratore molto diffuso ma ha proprietà anticataboliche molto interessanti, che la rendono un supplemento ideale per la fase ipocalorica.

L’HMB è una metabolica dei ramificati che minimizza il catabolismo relativo ad un workout ad elevate intensità, migliorando la resistenza delle membrane cellulari. Questo integratore può migliorare quindi la capacità di crescita e risulta indicato soprattutto nella fase ipocalorica. Si consiglia di assumerne una dose dopo l’allenamento e di frazionare i 3 grammi quotidiani consigliati in più somministrazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>