Carnitina, usala per tornare in forma più velocemente

dimagriento carnitina

Dal punto di vista chimico la carnitina assomiglia agli aminoacidi ma non può essere considerata un vero e proprio aminoacido perché non va a formare alcun tipo di proteina. Da molti anni la carnitina è presente negli integratori dimagranti soprattutto nella forma acetilata che sembra risultare maggiormente biodisponibile e meglio assimilabile dal nostro corpo.

L’organismo umano è capace di produrre autonomamente carnitina in presenza degli aminoacidi metionina e lisina ma talvolta a causa di un’alimentazione non equilibrata, stress, stili di vita non idonei, genetica, è possibile trovarsi in uno stato di carenza specifica che provoca come conseguenza quella di non riuscire ad utilizzare con efficienza i grassi a scopo energetico.

Dimagrimento più rapido ed efficace grazie alla carnitina

La carnitina serve esattamente a tale scopo perché parliamo di una molecola che trasporta gli acidi grassi nei mitocondri proprio per consentirne lo smaltimento e la trasformazione in energia. Grazie a questa molecola quindi riduciamo più velocemente il tessuto adiposo e allo stesso tempo forniamo sostegno alla produzione di glucosio da utilizzare nella sintesi energetica: si tratta di aspetti molto importanti soprattutto se consideriamo il fatto che nella maggior parte dei casi una dieta dimagrante apporta scarse dosi di carboidrati.

Un’altra interessante osservazione sulla carnitina che è stata confermata da diversi studi è la sua proprietà di modulare l’accumulo di acido lattico e migliorare la prestazione dello sportivo. In tal senso i risultati sono ulteriormente amplificati assumendo anche una fonte di beta alanina, un aminoacido che agisce come tampone sugli ioni idrogeno in cui viene scomposto l’acido lattico.

Tutte le proprietà della carnitina integratore

La carnitina aiuta a bruciare i grassi che vengono più facilmente convertiti in energia, a ridurre il catabolismo muscolare, a sostenere l’aumento della massa, a tollerare meglio lo sforzo fisico e lo stress psicologico, a ridurre i dolori post allenamento, a proteggere i neuroni, a migliorare i livelli di attenzione.

Durante un allenamento aerobico gli acidi grassi aumentano nel sangue anche perché diminuiscono le molecole che li dovrebbero trasportare verso i mitocondri. Integrando carnitina bilanciamo questa condizione e andiamo a migliorare la performance dello sportivo anche durante le attività ad alta intensità quando è fondamentale risparmiare glicogeno e generare energia a partire dai grassi.

Questo aminoacido infatti si attiva soprattutto durante il digiuno quando la glicemia è inferiore e quando c’è una maggiore concentrazione di acidi grassi nel flusso ematico.

Per migliorare gli effetti della carnitina in termini di lipolisi e di anticatabolismo, dobbiamo assumerla nell’ambito di una dieta ipoglucidica e ipocalorica perché proprio in queste condizioni il metabolismo umano è maggiormente incentivato a trasformare i lipidi in acidi grassi e a consentire quindi alla carnitina di lavorare al meglio trasportandoli verso i mitocondri.

Questo integratore oltre a sostenere il dimagrimento aiuta anche a risparmiare la massa muscolare durante il processo di glucogenesi e in tal senso è opportuno integrare insieme alla carnitina anche una dose di aminoacidi glucogenetici quali ad esempio arginina, isoleucina e glutammina. Secondo alcune recenti scoperte inoltre la carnitina incide positivamente sui livelli del testosterone libero nel sangue risultando quindi un elemento da non sottovalutare anche nell’ambito della crescita muscolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

//]]>