Carnitina per dimagrire: come assumerla efficacemente

L-carnitina per il dimagrimento, funziona

La carnitina è sempre stata considerata un integratore per il dimagrimento ma per comprendere pienamente i suoi effetti bisogna approfondire le reazioni biochimiche che avvengono all’interno del nostro organismo. Si tratta in realtà di migliaia di processi ma quelli che ci interessano per capire il funzionamento di questa molecola, sono in primo luogo quelli che avvengono durante l’allenamento e che riguardano il glicogeno.

Partendo dalle cellule dei muscoli, il glicogeno viene diviso n particelle di glucosio destinate ad entrare in circolo nei vasi sanguigni; gli enzimi iniziano la loro attività scomponendo il grasso in acidi grassi e glicerolo che vengono poi utilizzati come combustibile durante l’attività fisica.

Carnitina per dimagrire e allenarsi più a lungo

L’intensità e la durata del workout sono legate alla capacità dell’organismo di utilizzare i grassi come carburante energetico: l’ideale sarebbe quindi individuare un integratore che riuscisse ad aumentare l’ossidazione di questi acidi grassi per consentire di allenarsi più a lungo.

Questo prodotto esiste già ed è proprio la carnitina, utilizzata da anni dagli atleti di tutto il mondo in numerose discipline sportive al fine di migliorare la prestazione fisica. Si tratta di uno dei prodotti più popolari per la perdita di peso e per bruciare il tessuto adiposo.

Stiamo parlando di un aminoacido non essenziale che si occupa di trasferire gli acidi grassi verso i mitocondri. Le ricerche scientifiche hanno dimostrato che un integratore assunto quotidianamente a base di carnitina riesce ad aumentare la concentrazione dell’aminoacido del flusso ematico e nelle cellule muscolari, migliorando la scissione dei grassi e quindi la prestazione.

La carnitina inoltre consente di risparmiare glicogeno e utilizzare più grassi, ritardando l’esaurimento delle scorte, specialmente negli allenamenti intensi. Risultati simili sono stati ottenuti in numerose ricerche scientifiche, documentando come la carnitina possa ridurre i fattori che determinano lo stress metabolico e i dolore muscolari.

Questa molecola quindi consente allo stesso tempo di bruciare più grassi e allenarsi più a lungo.

Ecco come usare la carnitina per dimagrire

Qual è il momento migliore per assumere la carnitina e in quale dosaggio? La scienza ci suggerisce che una combinazione di carnitina e carboidrati determina un maggiore effetto a sostegno della performance e consente di migliorare i risultati di almeno il 10%.

L’ideale è quindi utilizzare questi integratori con 60 g di destrosio o maltodestrine: ma è meglio ingerirlo prima o dopo l’allenamento? In realtà basterà assumere la dose ogni giorno per alcune settimane e iniziare ad osservarne gli effetti, il momento (prima o dopo l’allenamento) non è un aspetto determinante. Per quanto riguarda il dosaggio invece è raccomandata l’assunzione di 2-4 g di carnitina ogni giorno.

Pare che questo integratore sia particolarmente consigliato a chi segue una dieta vegetale o prevalentemente vegetale, in quanto la carnitina è di solito presente (seppure in un quantitativo non sufficiente a coprire le necessità di uno sportivo che vuole ottenere gli effetti ergogenici che abbiamo descritto) nei derivati animali. Tuttavia il nostro corpo la produce comunque a partire da lisina e metionina, quindi se la dieta è equilibrata non c’è necessariamente una carenza nel proprio regime alimentare, onnivoro o vegetale che sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>