Aumento massa: 5 errori da evitare nell’alimentazione

Se stai cercando di aumentare la massa muscolare è fondamentale fare attenzione alla dieta. Non sempre è facile incrementare le dimensioni dei muscoli a maggior ragione se l’alimentazione non è adeguata al risultato che si vuole ottenere e ci sono alcuni sbagli che più frequentemente di altri vengono commessi durante questo percorso.

Ecco allora che il risultato è un incremento del tessuto grasso o comunque un mancato aumento del magro: analizziamo brevemente gli errori più comuni durante le fasi di massa.

Aumento massa: la qualità delle calorie

Il primo errore è mangiare qualsiasi cosa, pensando che ognicaloria sia indistintamente adatta ad aumentare di peso. Effettivamente più cibo si mangia, più calorie si ingeriscono e maggiore è il peso che si acquista ma il punto è che si tratta del peso sbagliato. Un paio di esempi su tutti: i grassi delle fritture non sono uguali a quelli della frutta secca e i carboidrati raffinati non sono gli stessi degli alimenti integrali. Quindi bisogna preferire fonti di calorie sane.

Il secondo errore è quello di non porsi dei limiti nell’aumento della massa. Accade spesso che quando l’ago della bilancia inizia a salire, si cerca di aumentare ulteriormente di peso per raggiungere ancora prima i risultati che ci si è imposti. Tuttavia con questo comportamento si rischia di aumentare considerevolmente il grasso stoccato anziché i muscoli.

Prima di iniziare quindi un programma di massa è fondamentale conoscere chiaramente l’obiettivo iniziale e finale: stai cercando di arrivare in forma per le ferie estive oppure di partecipare ad una competizione? In questo modo potrai tenere sotto controllo il peso senza esagerare, realizzando che non si può acquistare volume all’infinito e che la priorità è sempre mantenersi in salute.

Il terzo errore riguarda coloro che non riescono a progredire poiché non hanno chiaro il proprio obiettivo e si domandano se sia necessario aumentare di massa oppure definirsi o focalizzarsi sulla forza. In una fase di aumento muscolare oltre alla massa magra aumenta anche il grasso corporeo mentre nella fase di definizione si cerca di definire la muscolatura. Quest’ultimo processo determina una riduzione nella grandezza dell’adipe e una riduzione dell’acqua che è conservata tra il derma e la muscolatura. La definizione quindi fisiologicamente diminuisce parte del volume muscolare.

Aumento massa: idee chiare e riposo

Se si hanno idee contrastanti o poco chiare difficilmente si ottengono risultati: bisogna evitare di mirare alla definizione mentre ci si trova nella fase di aumento e viceversa. Si può impostare un obiettivo a breve termine ed un altro a lungo termine che siano sostenibili in base alle proprie caratteristiche fisiche, al tempo disponibile, alla modalità di allenamento e all’alimentazione.

Aumentare in maniera naturale la massa muscolare richiede tempo e possono essere necessari mesi o a volte anche anni per arrivare ad avere le dimensioni desiderate – ovviamente ciò dipende dal punto di partenza e dall’obiettivo finale. La nostra mente è fatta per non accontentarsi mai e spesso quando si raggiunge un ottimo traguardo si cerca di migliorare ancora. La crescita muscolare come tutti gli obiettivi fisici è un vero e proprio viaggio, non una destinazione.

Il quinto errore più frequente che si commette è spingere i propri allenamenti sempre oltre il limite. Sicuramente questo sforzo fisico è fondamentale per aumentare la massa ma il corpo ha bisogno di tempo per recuperare e riparare i tessuti che sono stati danneggiati e stressati dall’attività fisica svolta. Solo il riposo ci consentirà di avere una buona crescita muscolare.

Riposare è quindi importante tanto quanto allenarsi, sia per prevenire lesioni sia per consentire i processi di crescita. Va benissimo spingersi oltre propri limiti ma bisogna farlo nel rispetto della salute e dei propri obiettivi, altrimenti non si otterranno i risultati sperati e si rischierà addirittura una involuzione (ad esempio overtraining e il conseguente lungo riposo forzato).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>