Antiossidanti naturali, ecco come integrarli nella propria dieta

Sentiamo spesso parlare di antiossidanti ma per comprendere pienamente la loro funzione è opportuno conoscere la definizione dei radicali liberi. Questi ultimi sono sostanze chimicamente instabili e molto reattive caratterizzate da atomi con elettroni spaiati: la loro carica elettromagnetica risulta quindi sbilanciata e per tornare in equilibrio viene prelevato un elettrone ad un altro atomo generando nuovi radicali liberi in una reazione a catena potenzialmente inarrestabile.

Se in tali reazioni sono coinvolti anche atomi che appartengono a molecole strutturali delle cellule ecco allora che si generano dei danni cui solitamente sono correlati l’invecchiamento, le malattie degenerative e i tumori.

Contrastare i radicali liberi: il ruolo dell’attività fisica

La presenza di radicali liberi è un evento normale che si verifica in tutte le reazioni chimiche ma che in condizioni di buona salute il corpo è in grado di contrastare con una serie di meccanismi di difesa rappresentati dagli antiossidanti, capaci di neutralizzare i radicali. L’attività fisica da una parte incrementa la presenza dei radicali liberi per via di un maggior utilizzo di ossigeno ma è anche vero che l’allenamento migliora la capacità antiossidante del nostro organismo: soggetti ben allenati quindi sono anche più in grado di contrastare il fenomeno dei radicali liberi mentre gli individui poco inclini alla attività fisica hanno un quadro caratterizzato da una superiorità della produzione di radicali liberi rispetto alla loro capacità di difesa biologica.

Ecco allora che gli sportivi così come sedentari hanno comunque l’interesse ad assumere integratori di antiossidanti per migliorare le proprie funzioni di protezione e migliorando la resa atletica e il benessere nel tempo anche sul medio-lungo periodo.

Quali antiossidanti integrare

Esistono centinaia di sostanze con specifiche funzioni che possono migliorare la capacità antiossidante del nostro corpo così come esistono parecchie forme di radicali liberi. Tra gli antiossidanti che il nostro corpo è in grado di produrre da solo ricordiamo ad esempio il glutatione che blocca i radicali liberi ricevendo o donando un elettrone e convertendosi esso stesso in un radicale libero. A questo punto però si attiva una catena di antiossidanti capace di riequilibrare il sistema poiché alla fine vengono a formarsi delle molecole inattive e non dannose per la salute.

Tra le sostanze antiossidanti maggiormente consigliate a livello di integrazione troviamo anche la vitamina E, una molecola liposolubile che blocca la perossidazione dei lipidi producendo tocoferolo; l’acido ascorbico o vitamina C blocca questi radicali prodotti dalla stessa vitamina E e la rigenera. Si tratta quindi di due attivi sinergici.

La vitamina A è un importante nutriente che il nostro organismo può generare a livello interno a partire dal betacarotene: dato che un’eccessiva presenza di vitamina A può risultare tossica ecco che l’integrazione di betacarotene è preferibile in qualità di precursore rispetto alla stessa vitamina. I carotenoidi inoltre lavorano in sinergia con la vitamina E ed il selenio prevenendo i processi di perossidazione dei lipidi che appartengono alle membrane cellulari. Altre sostanze con capacità antiossidante sono anche il rame e lo zinco, i flavonoidi ed in particolare i polifenoli.

Nella maggior parte dei casi tutti questi agenti antiossidanti possono essere assunti con abbondanti porzioni di frutta e verdura quotidiana ma la pratica di assumere antiossidanti attraverso gli integratori si è affermata per la sua praticità e la precisione del dosaggio. Tra gli integratori naturali più completi oltre quelli già citati menzioniamo anche l’acido alfa-lipoico che insieme all’acido diidolipoico ( in cui tale integratore si converte nelle cellule ) genera uno delle più potenti sinergie antiossidanti che conosciamo in natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>