Anabolizzanti naturali: scopri la betaina

integratori-aumento-massa-muscolare

Gli anabolizzanti naturali sono prodotti particolarmente apprezzati nel mondo del fitness perché in maniera naturale aiutano a sostenere l’aumento della massa magra. Tra questi ingredienti troviamo la betaina, una sostanza che assumiamo già attraverso la normale alimentazione nella misura di 0,1 – 0,3 g ogni giorno. La ricerca scientifica tuttavia ci dice che potremo arrivare ad assumerne fino a 10 o 15 g ottenendo benefici anabolici senza rischio di effetti collaterali.

Questa sostanza è stata recentemente studiata dai ricercatori dell’Università del Connecticut che hanno riportato i risultati della loro indagine in merito alla risposta anabolizzante di questo principio attivo.

Anabolizzanti naturali e ricerca scientifica sulla betaina

Un aspetto particolarmente interessante è che la betaina risulti abbondante nella barbabietola come prodotto di scarto a partire dal processo di estrazione dello zucchero. Questo tipo di lavorazione risulterebbe quindi particolarmente conveniente per le aziende che si occupano di integrazione sportiva e per questo diversi brand sostengono le ricerche scientifiche per approfondire le capacità e le potenzialità di tale molecola.

Nello specifico stiamo parlando di un agente metilante, che dal punto di vista chimico cede il suo gruppo metile per legarsi ad altre molecole. Si tratta di un ingrediente già noto in ambito clinico per il trattamento dei sintomi correlati ad un aumentato rischio cardiovascolare (poiché è capace di trasformare l’omocisteina in metionina) specie in sinergia con l’acido folico e le vitamine B6 e B12. Si ritiene inoltre che questa molecola abbia un blando effetto antidepressivo e riesca a proteggere le cellule del fegato e del cervello dai danni prodotti dall’alcol.

Betaina: gli effetti anabolici in risposta a stimoli intensi

Lo studio cui facevamo riferimento in apertura, ha visto somministrare 2,5 g di integratore ogni giorno per sei settimane ad un gruppo di studenti di età media pari a vent’anni, tutti con una buona esperienza di palestra alle spalle (stiamo parlando di atleti abituati ad allenarsi da circa quattro anni).

Durante le prime due settimane, gli studenti hanno ricevuto 1,5 g al giorno di betaina, dopo di ché sono stati sottoposti ad un allenamento di gambe prima e dopo il quale si sono visti prelevare campioni di cellule muscolari dai muscoli coinvolti nel workout e campioni del sangue. I ricercatori hanno ripetuto l’esperimento somministrando un placebo, notando che un quarto d’ora dopo l’allenamento, la concentrazione di cortisolo risultava più bassa dopo l’assunzione di betaina.

Anabolizzanti naturali per ottenere una maggiore massa muscolare

La betaina quindi, così come suggerisce questa ricerca, riesce in qualche modo ad influenzare l’assetto ormonale, stimolando i processi anabolici: Questa potenzialità è stata confermata dall’analisi dei campioni cellulari dei tessuti delle gambe, nei quali è stata rilevata una maggiore attività delle molecole cosiddette segnaletiche dei processi anabolici.

Questa scoperta ha quindi correlato l’integrazione di betaina con un miglioramento del sistema endocrino in un’ottica di aumento massa muscolare, sostenendo la sintesi proteica in risposta a prove di resistenza e allenamenti condotti alla massima intensità. Studi attualmente in corso e in fase di progettazione approfondiranno il ruolo di questo principio attivo su soggetti di diversa età ed esperienza, sottoposti a stimoli fisici differenti, per comprendere tutti i meccanismi d’azione della betaina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>