Addominali scolpiti: perchè stentano ad emergere e come rimediare

addominali-scolpiti

Stai praticando sport da tempo ormai, ma i tuoi addominali scolpiti sono solo un miraggio: ci possono essere tanti motivi ma la causa più frequente è che la tua percentuale di grasso corporeo supera il 10% e bisogna rimediare. In che modo? Favorendo la lipolisi da una parte e l’aumento della massa magra dall’altra.

Inoltre è possibile che pur avendo una adeguata composizione corporea, le fasce muscolari siano comunque piccole e deboli: succede spesso che molti sportivi eseguano migliaia di ripetizioni a settimana lavorando con carichi insufficienti a stimolare una reale crescita muscolare oppure senza osservare i giorni di recupero e riposo. Anche in palestra è meglio prediligere la qualità rispetto alla quantità: il concetto chiave è che la parete addominale va trattata come qualsiasi altro muscolo di cui vogliamo stimolare l’aumento massa. Bisogna caricare i pesi giusti affinchè le piccole fasce muscolari, quand’anche già asciutte e magre, diventino visibili.

Addominali scolpiti: stress e alcol nemici dei muscoli

Altre cause di addominali poco visibili, oltre all’allenamento inadeguato, sono dovute alle abitudini a tavola. Il consumo di alcolici, birra e vino, fanno sì che l’adipe si depositi esattamente sullo stomaco. Meglio farne a meno e preferire l’acqua, che tra l’altro migliora il drenaggio e l’espulsione dei liquidi in eccesso che ristagnano sotto pelle, impedendo la definizione muscolare. In tal senso aiuta anche l’abitudine di eliminare il sale aggiunto facendo attenzione anche alle etichette nutrizionali dei prodotti confezionati.

Non possiamo poi dimenticarci dei danni che lo stress procura al nostro fisico: ormai siamo così continuamente sotto stress che non ci si fa più caso ed è diventato normale essere continuamente sottoposti a pesanti carichi sul fisico e sulla psiche. Ma questa situazione prolungata nel tempo crea squilibri organici, influenzando ad esempio il livello di cortisolo e i muscoli non possono scolpirsi come si vorrebbe (anche perchè l’ormone cortisolo induce ritenzione idrica).

Addominali scolpiti: 10 regole d’oro

  1. Ricordati di riposare, gli addominali come gli altri muscoli devono avere il tempo di recuperare dopo gli sforzi di un allenamento intenso, altrimenti non otterrai nè maggior volume, nè maggiore tonicità;
  2. bilancio calorico: quando dobbiamo eliminare grasso e quindi dimagrire, dobbiamo assumere meno calorie di quelle effettivamente bruciate. In tal senso quindi si può procedere abbattendo il numero di calorie ingerite e/o aumentando l’attività fisica (che coinvolga non solo gli addominali ma tutto il corpo);
  3. esegui sessioni di cardio, oltre il solito allenamento questi esercizi sono fondamentali per andare a lavorare sull’adipe localizzato nell’addome;
  4. durante gli esercizi, inspira con il naso quando rilassi ed espira con la bocca quando contrai: la gestione dell’aria è determinante per arrivare alla massima contrazione muscolare, che ti consentirà di ottenere addominali scolpiti;
  5. mantieni la contrazione per alcuni secondi;
  6. rinforza i muscoli lombari perchè sono le fasce opposte alla parete addominale e ti consentono di sviluppare armoniosamente la muscolatura: allenali con stacchi da terra, girate al petto e fatti consigliare dal tuo personal trainer;
  7. varia gli esercizi, in maniera che le fasce muscolari non si possano abituare allo sforzo (eliminando pericolose fasi di stallo dei risultati), sollecitando interamente ogni muscolo e reclutando quante più unità muscolari possibili, in ottica ipertrofica;
  8. lavora con i carichi giusti: non serve fare molte ripetizioni se il peso è insufficiente. Per gli addominali si può arrivare a sollevare carichi uguali al peso corporeo ma con il tempo, si può gradualmente aumentare ulteriormente l’intensità;
  9. bevi acqua, un corpo ben idratato è più tonico, nutrito e definito a livello muscolare;
  10. fatti aiutare dagli integratori giusti: i termogenici e i BCAA aiutano a bruciare più calorie e avere l’energia necessaria anche all’allenamento più intenso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>