Acido linoleico, brucia grassi naturale

CLA Acido Linoleico Coniugato

Acido linoleico o più esattamente acido linoleico coniugato è un isomero dell’acido linoleico originale, caratterizzato da due doppi legami ed indicato più frequentemente con l’acronimo CLA.

Al contrario della maggior parte degli acidi grassi trans, questi derivati hanno mostrato proprietà anti-tumorali spiccate, così come uno studio sugli effetti precancerogeni della carne cotta alla griglia aveva dimostrato alla fine degli anni 80.

Acido linoleico: dove si trova

A partire quindi da questo progetto scientifico, tale acido è stato studiato in maniera sempre più approfondita in merito al suo impatto sulla salute umana, scoprendo numerose proprietà che interessano anche (ma non solo) gli sportivi.

Acido linoleico: dieta e studi scientifici

L’acido linoleico che introduciamo attraverso la dieta proviene essenzialmente dalla carne degli animali ruminanti e dei prodotti derivati, soprattutto i latticini. Un bicchiere di latte intero e una porzione di formaggio da 30 grammi, apportano circa 90 mg di CLA.

Si tratta comunque di un dosaggio quattro volte più basso rispetto la dose efficace in termini anti-cancerogeni così come rilevato dalle analisi di laboratorio (studio Prandini pubblicato) condotte sulle cavie nel 2007. Altri studi di quegli anni hanno mostrato come la sintesi endogena di questa molecola avvenga prevalentemente nel grasso sottocutaneo e nelle ghiandole mammarie.

Acido linoleico: le proprietà sulla salute umana

  1. il ruolo anticancerogeno è stato dimostrato in studi condotti in vivo sugli animali, evidenziando miglioramenti alle situazioni degenerative che coinvolgevano le mammelle, l’intestino e la prostata
  2. la funzione anti-diabetica, soprattutto nei confronti della patologie di tipo due, viene riportata da alcuni studi piuttosto recenti, che attendono ulteriori approfondimenti e conferme
  3. la riduzione del grasso e il miglioramento della composizione corporea, sono stati rilevati già a partire dalla fine degli anni 90, studiando una colonia di cavie cui è stato somministrato l’integratore per un mese. I risultati hanno mostrato riduzioni significative del grasso e una maggiore percentuale corrispondente alla massa magra, impatto confermato anche da studi più recenti.

Acido linoleico e sport

Per quanto riguarda gli aspetti che maggiormente interessano chi pratica attività fisica, gli studi scientifici hanno mostrato una positiva incidenza di questo acido nella riduzione del peso corporeo, nell’aumento dell’ipertrofia muscolare magra, nella composizione sanguigna e in una maggiore densità ossea, osservata su atleti che si sono sottoposti al test per sei settimane, conducendo un allenamento su tapis roulant a intensità crescente.

Il gruppo cui è stato somministrato acido linoleico coniugato ha mostrato aumenti ipertrofici e una maggiore perdita di peso rispetto al gruppo di controllo. Tuttavia le differenze più significative tra i soggetti osservati sono state riscontrate seguendo un allenamento svolto con i pesi per tre sedute settimanali nell’arco di sette settimane.

La scienza quindi ha correlato un supplemento di acido linoleico ad una migliore composizione corporea e a una protezione dei fenomeni catabolici, soprattutto in concomitanza a un allenamento intenso e influenzando quindi la performance e i risultati in maniera indiretta ma comunque determinante.

È opportuno concludere ricordando che per utilizzare questi integratori a fini dimagranti è condizione necessaria seguire non solo un allenamento specifico ma anche osservare una dieta che contribuisca a rispettare il deficit calorico, ossia l’assunzione di meno calorie rispetto a quelle utilizzate durante l’arco della giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>