Acido alfa lipoico benefici: meno radicali e più spinta insulinica

Acido alfa lipoico benefici antiage e spinta insulinica

Acido alfa lipoico o ALA è un eccezionale sostanza antiossidante scoperta negli anni 50 e studiata con applicazioni dirette sulla salute e sull’attività sportiva a partire dagli anni 90. Il nostro corpo ha bisogno di questo acido per generare energia ed è in grado di produrlo autonomamente per le funzionalità di base. Tale acido grasso funziona come antiossidante e contrasta la presenza dei radicali liberi quando si trova in forma libera nelle cellule: questo si verifica però solo quando la quantità di acido lipoico risulta in eccesso rispetto al fabbisogno metabolico.

Questo fa comprendere come mai normalmente il nostro corpo presenti di una bassa concentrazione dell’acido grasso e l’importanza di utilizzare all’occorrenza un supplemento specifico. Questo acido alfa lipoico aiuta il metabolismo a trasformare il cibo in sostanze nutritive semplici ed energia, intervenendo sui mitocondri: grazie inoltre alle sue capacità antiossidanti, viene spesso utilizzato in ambito clinico per sostenere terapie relative a patologie specifiche (quali ad esempio il diabete, che approfondiremo al termine dell’articolo).

Acido alfa lipoico: supplemento per lo sport e la salute

Questo acido grasso aiuta a contenere e prevenire i danni dell’invecchiamento cellulare, ripristinando il livello di vitamina E e C. Secondo recenti ricerche scientifiche esso migliora l’attività dei neuroni nei soggetti affetti da diabete ed è inoltre capace di ostacolare la progressione di malattie degenerative, cardiovascolari e tumorali, oltre che delle classiche patologie legate all’età avanzata.

Per quanto riguarda lo sport, sono numerosi i cultori del fisico che utilizzano ALA per assorbire l’eventuale eccesso di zuccheri assimilati durante il pasto e per sostenere contemporaneamente la perdita di peso. Le capsule di questo integratore risultano ancora più efficaci quando vengono ingerite a digiuno, considerando che l’assimilazione complessiva non supera in genere il 30% di quanto effettivamente assunto.

Tali supplementi, nonostante questa percentuale di assimilazione effettiva piuttosto bassa, ci consentono di aggiungere un elemento estremamente importante e beneficiare delle sue numerose proprietà. Nel cibo si può trovare nella crusca di riso, piselli, broccoli, spinaci e lieviti, frattaglie; tuttavia l’assunzione attraverso la dieta non consente all’acido alfa lipoico di essere accumulato in quantità eccedenti il fabbisogno e quindi poter essere destinato alle funzioni antiossidanti: da cui si comprende l’importanza di un supplemento esterno.

Acido alfa lipoico, applicazioni cliniche e dosaggio

Oltre a queste proprietà, l’acido alfa lipoico consente di allungare la vita metabolica di un peptide importante per il metabolismo dei nutrienti e l’eliminazione delle tossine epatiche, il glutatione. L’ALA inoltre sostiene una buona concentrazione del coenzima Q10, che a sua volta è importante per tutte le funzioni energetiche dell’organismo.

Per quanto riguarda le applicazioni cliniche, alcuni studi hanno dimostrato l’incidenza di questo acido grasso nei confronti dei soggetti diabetici: incrementando la capacità di utilizzo dell’insulina per l’abbassamento dei livelli glicemici e per la riduzione dei sintomi di patologie correlate spesso al diabete che generano danni nervosi. Inoltre, sempre a livello medico, questa sostanza viene utilizzata da anni nel continente europeo per dare sollievo da dolore, bruciore, sensazione di formicolio, tutti sintomi legati alla neuropatia diabetica.

Concludiamo con le controindicazioni e i dosaggi suggeriti dalla letteratura scientifica specifica: l’acido alfa lipoico risulta sicuro in un’assunzione compresa tra i 100 e i 400 mg giornalieri, mentre diventa tossico con dosaggi che si elevano fino a 1800 mg. In caso di sovradosaggio si possono verificare problemi intestinali, nausea, abbattimento dei livelli di glucosio nel flusso ematico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>