9 strategie naturali per aumentare il metabolismo

Quando si parla di metabolismo basale si intende il complesso energetico che il corpo utilizza per svolgere tutte le funzioni vitali, dalla respirazione alla digestione fino al ricircolo sanguigno. Tale fenomeno è dettato in primo luogo da fattori genetici, tuttavia ci sono diversi sistemi per influenzare i ritmi metabolici ed incrementarli in maniera da bruciare più calorie e rendere lo stesso metabolismo più efficiente.

Il metabolismo lento infatti ostacola la perdita di peso e la qualità del recupero e del riposo ed è quindi importante imparare a stimolarlo in maniera naturale e non invasiva in modo da essere sempre carichi di energia e reattivi.

Aumentare il metabolismo con i micronutrienti ed il cibo

1. Assumere vitamine del gruppo B è importante per tenere elevato il metabolismo dato che esse sono impiegate nei meccanismi di produzione energetica. Una carenza di tali vitamine altera il metabolismo rallentandolo e incrementando il rischio di manifestare malattie croniche. Le vitamine del complesso B possono essere assunte tramite la normale alimentazione ed in particolare sono presenti negli spinaci, nei legumi, negli asparagi, nelle banane, nell’ortica e nel germe di grano, nelle nocciole e nelle mandorle, nelle frattaglie e nelle uova.

2. Anche il magnesio è un micronutriente fondamentale per il metabolismo così come per la sintesi proteica e la salute muscolare in generale. Gli alimenti che maggiormente lo contengono sono le verdure a foglia verde, i cereali integrali, i legumi – tra cui in particolare le lenticchie- , le arachidi, gli anacardi e le mandorle.

3. L’abitudine di una ricca colazione al mattino aiuta il metabolismo ad aumentare di circa il 10%, riducendo i rischi di diabete e sovrappeso. La colazione dovrebbe essere costituita da cereali integrali, frutta, prediligendo ingredienti biologici e in alternativa per chi consuma derivati animali, yogurt magro e muesli.

4. Meglio evitare di rimanere a digiuno fino a pranzo e assumere del cibo entro le due del risveglio: si consiglia infatti di evitare di stimolare un eccessivo senso di fame perché altrimenti l’organismo innesca un meccanismo di sopravvivenza in concomitanza al digiuno iniziando ad accumulare calorie e grassi in previsione di un futuro periodo di carestia.

5. Per lo stesso motivo quindi si consiglia di fare regolarmente spuntini in maniera da tenere elevato il metabolismo e indicare al corpo che “può lavorare tranquillamente e bruciare calorie” dato che avrà sempre a disposizione il nutrimento necessario. Gli snack sani  aiutano ad evitare la sindrome dell’eccessiva fame che sul medio-lungo periodo porta ad accumulare chili di troppo, mantenendo allo stesso tempo un’energia sempre pronto all’uso. Si può effettuare uno spuntino ogni due ore calcolando pochi grassi e preferendo un apporto bilanciato di carboidrati sani e proteine, preferibilmente di origine vegetale. Grazie alla combinazione di proteine e carboidrati infatti gli zuccheri nel sangue sono tenuti entro i livelli di sicurezza, si prolunga il senso di sazietà e si migliora l’energia disponibile.

Attività fisica e idratazione per aumentare il metabolismo naturalmente

6. L’attività fisica è uno dei migliori ‘segreti’ per aumentare il proprio metabolismo: è sufficiente una camminata di mezz’ora al giorno per eliminare 250 cal e fornire una spinta metabolica per almeno 24 ore. Anche l’allenamento con i pesi risulta altrettanto efficace, effettuandolo due o tre volte a settimana.

7. Gli allenamenti ad intervalli sono preferibili nell’ottica di stimolare al massimo il metabolismo perché inducono il corpo a eliminare più grassi e più calorie, ottimizzando allo stesso tempo la prestazione sportiva.

8. Assumere cibo aiuta a stimolare la produzione energetica attraverso la termogenesi indotta dalla dieta. Eliminando quindi le calorie, il metabolismo tenderebbe ad abbassarsi e come detto, sarebbe rallentato il processo dimagrimento.

9. Per tenere attivo il metabolismo quindi è bene mangiare regolarmente a partire dal mattino e idratarsi favorendo allo stesso tempo le funzioni renali: l’acqua fresca risulta la bevanda migliore per aumentare il dispendio energetico attraverso la termogenesi, processo che il corpo innesca per riportare la temperatura in equilibrio, bruciando calorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

//]]>